Ipersensibilità dentinale

IN EVIDENZA

Ipersensibilità dentinale

Affezione dolorosa dovuta alla presenza di dentina esposta, e cioè non più ricoperta da smalto o cemento, in denti vitali. Con l'esposizione del colletto dentario e della dentina, il cavo orale viene messo a contatto con la polpa dentaria attraverso i tubuli dentinali.

L'ipersensibilità dentinale può colpire pazienti di tutte le età che sovente si trovano intrappolati in un circolo vizioso: l'ipersensibilità può risultare così elevata da scoraggiare lo spazzolamento poichà© doloroso, riducendo la qualità dell'igiene la placca non viene più rimossa e le gengive si infiammano ulterior­mente con aumento della recessione e del dolore.

PRINCIPALI CAUSE DI IPERSENSIBILITÀ

Il fenomeno della ipersensibilità dentinale è un fenomeno complesso e non del tutto ancora chiarito. Esistono tuttavia una serie di situazioni che predispongono alla ipersensibilità e che occorre conoscere per cercare di prevenirne l'insorgenza.

Potremmo dunque così riassumere le situazioni a rischio:

  • Infiammazione cronica delle gengive
  • Naturali processi di invecchiamento
  • Tecniche inadeguate di spazzolamento,
  • traumi cronici dovuti ad abitudini viziate
  • Interventi di chirurgia parodontale
  • Uso di dentifrici fortemente abrasivi o di spazzolini con setole troppo dure
  • Assunzione di alimenti acidi
  • Patologie abitudinarie

CONSIGLI

Ai primi sintomi dolorosi è importante recarsi dal Dentista che verificherà le cause e prenderà gli opportuni provvedimenti.

SUGGERIMENTI

Attenzione all'alimentazione, evitare i cibi acidi, usare dentifrici non abrasivi e specifici per l'ipersensibilità , non usare spazzolini con setole dure, controllare allo specchio eventuali lesioni.

È importante ricordare che le applicazioni locali nello studio dentistico di prodotti professionali permette di raggiungere rapidamente risultati soddisfacenti e duraturi.

PROCEDURE

La forza esercitata nello spazzolamento ma soprattutto la durezza dello spazzolino sono importanti per cui è importante:

  • adattare la pressione esercitata
  • usare spazzolini a testa corta, e impugnatura anatomica per una migliore manualità , con setole multilivello arrotondate e morbide.